Se apprezzate la letteratura per l’infanzia saprete sicuramente che gli albi illustrati sono molto più che “libri per bambini”. La cura che c’è in alcuni libri nei disegni e nelle storie permette di avvicinare i più piccoli non solo alla lettura ma anche al bello, all’arte e a una varietà di esperienze che molte volte non si possono fare nella quotidianità.

Per quanto i libri si concentrino su un tema e trasmettano un determinato messaggio, non è con questo intento che vanno proposti al bambino. Specialmente nella fascia 0-6 anni, non possiamo essere sicuri che il bambino comprenda il messaggio voluto, soprattutto quando il linguaggio del libro usa storie e personaggi inventati per spiegare cose concrete: non sempre i bambini riescono a fare questa trasposizione.

I libri per l’infanzia vanno usati come momento ludico, come un’esperienza, come una possibilità data al bambino nell’approcciarsi a quel mondo fatto di testo e bei disegni.

Per questo quando proponiamo dei libri ai bambini dobbiamo puntare al fatto che siano veramente rappresentativi della realtà e che non rappresentino un solo aspetto di quello che si pensa sia normale. Proporre libri che offrono uno spaccato della normalità che tenga conto anche delle diversità offre al bambino la possibilità di immergersi in storie autentiche che includono e prendono in considerazione tutti. Questo apre a una mentalità più inclusiva e non discriminante nelle nuove generazioni anche su temi riguardanti il genere e l’orientamento sessuale. Porta a comprendere quanto tutti siamo diversi e nessuno sia davvero normale.

Vediamo ora 5 albi illustrati che rompono gli stereotipi classici su genere e sessualità, alcuni dei quali censurati o proibiti nelle scuole.

E con Tango siamo in tre

Un libro che prende spunto da una storia reale. Roy e Silo sono due pinguini maschi molto uniti, un vero nucleo familiare, che vive nello zoo di Central Park a New York. Un’altra coppia di pinguini (maschio e femmina) dello zoo depone le uova, ma non riesce a prendersi cura di più pulcini per volta. Una delle uova deposte da questa coppia viene così accudita da Roy e Silo, che hanno l’opportunità di allargare la loro famiglia con l’arrivo di Tango.

Julian è una Sirena

Julian mentre è in metropolitana rimane incantato da tre donne bellissime vestite da sirena. Appena torna a casa vuole trasformarsi anche lui in una sirena. Ne approfitta e mentre la nonna si fa la doccia prende ciò che c’è in casa per ricreare il look delle tre donne. La nonna esce dalla doccia e lo vede così vestito. Julian abbassa lo sguardo pensando che la nonna voglia rimproverarlo. La donna invece prende una collana e gli dice che per essere una sirena gli manca quel gioiello.

Mi piace Spiderman… e allora?

Cloe, 6 anni e una passione per Spiderman. Si sente ripetere di continuo che la sua è una passione “da maschi”, gli unici a non giudicarla sono i suoi genitori. La quotidianità le rimanda continuamente che ci sono cose da maschi e cose da femmina, Cloe invece vorrebbe solo essere libera di scegliere ciò che le piace di più.

Colori ribelli

I colori rosa e celeste decidono di scambiarsi, stanchi di essere relegati nel colorare ciò che è rispettivamente per le femmine e per i maschi. Gli adulti rimangono sconvolti da questo cambiamento, fino a quando capiscono che non sono i colori a identificare un genere e l’unicità di ogni persona.

Io non sono come gli altri

I documentari ci hanno insegnato che gli animali hanno dei comportamenti tipici: gli ippopotami fanno il bagno nel fango e i piranha sono carnivori. Janik Coat ci insegna che anche nel mondo animali ognuno è diverso dagli altri, ognuno ha le sue legittime e rispettabili preferenze, che sia lavarsi nella jacuzzi anziché nel fango o essere vegetariano in un mondo di carnivori. Queste peculiarità non tolgono niente alla specie di appartenenza, ma rimangano un’espressione dell’identità personale.

 

Bibliografia

  • Justin Richardson & Peter Parnell, E con Tango siamo in tre, Junior, 2010.
  • Jessica Love, Julián è una sirena, Franco Cosimo Panini, 2018
  • Giorgia Vezzoli, Mi piace Spiderman… e allora?, Settenove, 2014
  • Antonella Milardi, Colori ribelli, Milena Edizione, 2018
  • Janik Coat, Io non sono come gli altri, La Margherita, 2012

Sitografia

 

Albero vettore creata da brgfx – it.freepik.com