Per la maggior parte degli uomini le dimensioni del pene contano moltissimo. Per la maggior parte delle donne contano molto meno.

Argomento di cruciale importanza per la popolazione maschile, per molti uomini le dimensioni del pene ancora definiscono il grado di mascolinità e le proprie competenze sessuali, portando spesso a sentimenti di sfiducia e ad una bassa autostima sessuale. Secondo recenti ricerche infatti, molti uomini sono insoddisfatti del loro corpo: a causa anche delle alte aspettative create anche dalla pornografia, molti di loro ad oggi ritengono che il loro pene non sia conforme agli ideali di bellezza identificati del genere femminile.  La domanda sorge quindi spontanea: quanto contano le dimensioni per la controparte femminile?

La ricerca scientifica ha risposto a questa domanda: non molto. Secondo un importante studio che ha visto la partecipazione di più di 24000 donne eterosessuali, le donne sono in gran parte soddisfatte rispetto all’adeguatezza delle dimensioni del pene del proprio partner e alla qualità dei loro rapporti sessuali. Insomma: per le donne eterosessuali sembra proprio che la dimensione del pene del proprio partner non sia di rilevante importanza, soprattutto per le donne che si trovano in una relazione affettiva stabile e caratterizzata dalla presenza di sentimento e progettualità. Non solo: dallo studio emerge come mentre la maggior parte delle donne si dichiara soddisfatta e a proprio agio con le dimensioni del pene del proprio partner, gli stessi uomini al contrario giudicano nel doppio dei casi rispetto alla controparte femminile il loro pene di “piccole dimensioni”.

Ad essere i giudici più severi nei propri confronti sembrano quindi essere proprio gli uomini stessi.

Ciononostante, ancora svariati miti sono diffusi attorno alle dimensioni in relazione alla sessualità. Ma cosa dicono gli studiosi al riguardo? Di seguito si darà risposta ad alcune delle domande più diffuse.

Le dimensioni del proprio pene hanno una ricaduta sulla sfera psicologica degli individui?

Si. Gli uomini che sono insoddisfatti delle dimensioni del proprio pene sviluppano forti sensazioni di ansia e di disagio, che posso pregiudicare in modo importante la loro qualità di vita e portare anche a disfunzioni sessuali. Si stima inoltre che con la diffusione di ideali stereotipati non realistici derivanti da un uso disfunzionale della pornografia, questi disturbi aumenteranno e già oggi interventi e procedure chirurgiche per aumentare le dimensioni del pene sono diffuse.

Rivolversi ad uno psicologo esperto di sessuologia può aiutare a risolvere questo tipo di problematica.

Dimensioni del pene: hanno un effetto sulla qualità dei rapporti sessuali?

Abbiamo visto come a discapito di come gli uomini possano percepirsi, la maggior parte delle donne si ritiene soddisfatta e non percepisce come significativa la dimensione del pene del proprio partner. Inoltre, le dimensioni (che nella maggioranza dei casi rientrano peraltro nella media) non sono relate alla qualità della vita sessuale della coppia. Quello che è invece associato con la salute sessuale è, di nuovo, il sentirsi a proprio agio con il proprio corpo. Di conseguenza, intervenire sui sentimenti di sfiducia e bassa autostima nelle proprie capacità sessuali può aiutare a migliorare la salute e il benessere della coppia.

Esiste una relazione causale tra alcune caratteristiche morfologiche del corpo (altezza, dimensione della mano) e la dimensione del pene?

No. Ad oggi nessuno studio scientifico ha dimostrato un’associazione determinata tra dimensioni del pene e parametri morfologici come l’altezza, la dimensione della mano o del piede.

Cosa fare quindi se sensazioni di inadeguatezza sono vissute come un problema?

Innanzitutto, è necessaria una riflessione: la sessualità è costituita da tutti quei comportamenti di vicinanza e affettività che implicano (direttamente o indirettamente) il corpo e che cementano il rapporto (ne abbiamo parlato anche qui). Ridurre infatti un’esperienza così complessa alle mere dimensioni di un organo è riduttivo.

Se si riscontra un senso di inadeguatezza con una frequenza rilevante nel corso dei propri rapporti può essere utile rivolgersi ad un sessuologo per poter approfondire la tematica e ristabilire di conseguenza il benessere nella coppia e nella propria vita sessuale.

 

Riferimenti

King, B. M., Duncan, L. M., Clinkenbeard, K. M., Rutland, M. B., & Ryan, K. M. (2019). Social desirability and young men’s self-reports of penis size. Journal of sex & marital therapy, 45(5), 452-455.

Lever, J. et al. “Does Size Matter? Men’s and Women’s Views on Penis Size Across the Lifespan,” Psychology of Men and Masculinity (2006) 7:129.

Söylemez, H., Atar, M., Sancaktutar, A. A., Penbegül, N., Bozkurt, Y., & Önem, K. (2012). Relationship between penile size and somatometric parameters in 2276 healthy young men. International journal of impotence research, 24(3), 126-129.

Veale D, Miles S, Read J, Troglia A, Wylie K, and Muir G. Sexual functioning and behavior of men with body dysmorphic disorder concerning penis size compared with men anxious about penis size and with controls: A cohort study. Sex Med 2015;3:147–155.